Le Dolomiti sono una catena montuosa delle Alpi Orientali, che si sviluppano tra le province di Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Udine.

Il gruppo dolomitico prende il nome dalla particolare roccia che lo compone, la dolomia, un minerale scoperto alla fine dell’Ottocento dal geologo francese Déodat de Dolomieu. Questa roccia contiene un’altissima quantità di dolomite, che riflette in modo particolare la luce, e che permette a queste montagne di tingersi di sfumature dall’arancio al rosso porpora al tramonto, mentre durante  il giorno mantiene una colorazione chiarissima: per questo motivo le Dolomiti sono anche dette I monti pallidi.

Il valore di questo patrimonio naturale unico al mondo è stato riconosciuto nel 2009, con l’entrata a far parte dell’area tra i siti naturali del patrimonio UNESCO. Inoltre, anche i 200 chilometri quadrati dell’area circostante le Pale di San Martino sono preservati e protetti dall’ente Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, che include i territori di Val Canali, una parte della Val Venegia, la foresta dei Violini di Paneveggio, e la parte orientale della catena porfirica del Lagorai.

Subito dopo la scoperta di Dolomieu si intuì l’importanza geologica e morfologia di queste montagne, che ben presto divennero meta di scienziati e studiosi della terra che qui potevano osservare, oggi come allora, fenomeni geologici unici al mondo.

Qui infatti essi possono osservare importanti testimonianze sui periodi evolutivi della storia della terra, in particolare l’intervallo tra il Permiano Superiore e il Triassico (tra 270 e 200 milioni di anni fa). Le tracce di scogliere fossili e di ambienti tropicali del Mesozoico sono ben visibili, mentre è possibile ammirare la rinascita della vita dopo la grande estinzione avvenuta circa 251 milioni di anni fa, oltre alla forte attività vulcanica.

Una catena montuosa dalle architetture maestose, un tempo scogliera di antichi e profondi mari, su cui oggi possiamo camminare per ammirare la bellezza del paesaggio che ci circonda: un libro aperto sul passato della nostra terra, che può essere letto in senso verticale o orizzontale, con nuove pagine tutte da scoprire.